Arancine di riso siciliane: con pesto di pistacchi e mozzarella

Arancine di riso - Rice stuffed balls

Anche oggi ho bisogno di bei ricordi per trovare un piccolo sorriso.

E allora, ancora una volta mi rifugio là e con la mente torno in Sicilia.

Ma solo con la mente oggi non mi basta. Non mi basta: mi voglio sentire là, luogo che mi ha regalato giornate felici… La voglio sentire tra le mani quella terra amica, tra le mani e sotto i denti.

E allora preparo arancine di riso.

Ma non sono arancine qualunque. No, queste sono arancine davvero speciali.

Arancine di riso - Rice stuffed balls

La base è un risotto con zafferano in pistilli: il primo, un signor riso, ovvero Acquerello; il secondo è ancora lui, il mio preziosissimo zafferano de L’Aquila regalatomi da Claudia.

Il ripieno: mozzarella fior di latte biologica e pesto di pistacchi di Bronte fatto in casa con un olio sopraffino, biologico, l’olio Titone D.O.P. Valli Trapanesi.

La panatura, doppia, a racchiuderne la delizia.

Un sorriso tra le mani.

Arancine di riso - Rice stuffed balls

 

ARANCINE DI RISO SICILIANE

con pesto di pistacchi e mozzarella


Difficoltà: media Tempo: 40 min. + 30 min. cottura Dosi: 6 arancine grandi


 Ingredienti:

300 gr riso Acquerello, 1/2 cipolla bionda, 1 bicchiere di vino bianco secco, 1 lt brodo vegetale, olio extra vergine biologico Titone D.O.P. Valli Trapanesi, 200 gr pistacchi di Bronte sgusciati, 200 gr mozzarella fior di latte biologica Caseificio Pugliese, 16 pistilli di zafferano, 4 uova, olio di semi per friggere, pangrattato q.b., farina q.b, sale, pepe nero, latte q.b, parmigiano reggiano, pecorino siciliano.

Preparazione:

Preparate il risotto: affettate finemente la cipolla e fatela soffriggere per 2 minuti in un velo di olio. Salate e aggiungete il riso. Fatelo tostare un paio di minuti, quindi bagnate con il vino e fate evaporare. Aggiungete il brodo, poco per volta fino a portare il riso a cottura (occorreranno circa 15 minuti). Spegnete la fiamma, unite lo zafferano, una noce di burro e due cucchiai di parmigiano grattugiato. Mescolate bene, regolate di sale e pepe e lasciate freddare completamente il risotto.

Nel frattempo preparate il pesto di pistacchi: immergete i pistacchi 2 minuti in acqua bollente, scolateli e passateli in un panno in modo da eliminare parte della pellicina che li riveste. Metteteli quindi nel robot da cucina, aggiungetevi 2 cucchiai di pecorino siciliano grattugiato. Iniziate a tritare aggiungendo l’olio gradualmente, poco per volta, fino ad ottenere un pesto denso che andrete a stemperare con un mestolo di brodo.

Tagliate la mozzarella a dadini e mettetela in uno scolapasta a perdere il latte in eccesso.

Sbattete 2 uova in una ciotola con un pizzico di sale e uno di pepe e aggiungete 2 cucchiai di latte. Preparate poi un piatto con il pangrattato e uno con la farina.

Rompete le altre due uova nella pentola del risotto e mescolate bene il tutto.

Formate le vostre arancine: infarinatevi la mano, prendete una grossa cucchiaiata di riso, appiattitelo formando un incavo profondo. Riempitelo con un cucchiaino colmo di pesto di pistacchi e qualche dadino di mozzarella. Ricoprite con un’altra cucchiaiata di riso e, con le mani infarinate, date la forma all’arancino: o tondo o ovale o la classica a punta.

Passate l’arancino delicatamente nella farina, nell’uovo e nel pangrattato. Quindi panatelo due volte ripassandolo ancora in farina, uovo e pangrattato.

Fate scaldare abbondante olio di semi in una pentola e friggete le arancine per circa 5 minuti (io ne friggo uno per volta, in una pentola stretta a bordi alti in modo che l’arancino sia completamente immerso nell’olio e la frittura avvenga in tempi brevi garantendone anche una più corretta digeribilità).

Scolate le arancine su carta assorbente conservandole via via al caldo in forno e godetene appieno!

Arancine di riso - Rice stuffed balls

 

SICILIAN STUFFED RICE BALLS

with pistachios pesto sauce and cheese


Level: medium Time: 40 min. + 30 min. cooking Serving: 6 big rice balls


 Ingredients:

300 gr rice Acquerello, half sweet onion, 1 glass of dry white wine 1 liter vegetable broth,  organic extra virgin olive oil Titone DOP Valli Trapanesi, 200g shelled pistachios, 200g organic mozzarella cheese Caseificio Pugliese, 16 pistils of saffron, 4 eggs, vegetable frying oil, bread crumbs, flour, salt, black pepper, butter, grated parmigiano reggiano cheese, grated pecorino cheese, milk.

Method:

Prepare the risotto: finely slice ​​onion and brown it for 2 minutes in few oil. Add salt and rice. Toast a couple of minutes, then pour in the wine and let it evaporate. Add the broth, a little at a time until it’s cooked (it will take about 15 minutes). Turn off the fire, add saffron, a knob of butter and 2tablespoons of parmigiano reggiano cheese.  Mix well, season with salt and pepper and let cool completely.

Meanwhile, prepare the pistachio pesto sauce: cook pistachios 2 minutes in boiling water, drain and pass them in a cloth removing the cuticle that covers them. Then put them in the food processor, add 2 tablespoons of grated pecorino cheese. Blend everything adding the oil gradually, little by little, until you get a thick pesto sauce. Soften it with ladle of broth.

Cut the mozzarella cheese into cubes and place them in a colander to lose the excess milk.

Beat 2 eggs in a bowl with a pinch of salt and one of pepper and add 2 tablespoons of milk. Then prepare a dish with bread crumbs and another one with the flour.

Break the two remaining eggs into the risotto pan and mix well.

Form your rice balls: flour your hand, take a big spoonful of rice, flatten it and forme a hole. Fill it with pistachio pesto sauce and a few cubes of mozzarella. Cover with another spoonful of rice and, with floured hands, take the typical oval shape.

Pass the rice balls gently in flour, then in eggs and finally in breadcrumbs. Repet this operation twice.

Heat plenty of oil seeds in a pan and fry the rice balls for about 5 minutes.

Drain on absorbent paper and enjoy them hot and crispy!

Pesto di pistacchi

Bis…cotti allo zafferano con goji e nocciole

Biscotti goji e nocciole 1

Ci sono momenti in cui ci provi e ci riprovi, ma senza successo ti ritrovi con un pugno di sabbia per le mani.

Momenti in cui guardi a quella che sei , quella che eri e quella che forse, un giorno, verrà.  Come puntini separati tra loro che una linea non riesci però più a ricongiungere.

E pensare che ti piaceva tanto, quando eri bambina, sederti sulla poltrona del nonno e cercare sulla settimana enigmistica proprio quel gioco  in cui dovevi unire tutti i puntini per vedere che figura ne sarebbe emersa. E aspettavi sempre con una certa curiosità l’ultimo tratto di matita per scoprire il disegno. A volte era bello, a volte era buffo, a volte proprio non ti diceva niente. Ma lo avei trovato tu e ne sentivi un legame.

Ora invece ti sembra di fare un po’ fatica a reggere quella matita. E’ come se ti scapasse sempre dalle mani.

Poi ogni tanto riesci a riprenderla, le fai la punta nuova, bella bella con il temperino e tracci una linea. Tu guardi, guardi bene, ma è come se non riuscissi a vedere il numero successivo da collegare. Ti sfozi, ce la metti davvero tutta e cerchi lo stesso di capire e di dare un senso a tutto e forse un po’ ci riesci.. forse un po’ ti rendi conto che devi solo accettare la piega che prendono le cose, anche se non ti piace così tanto..anche se tu avresti voluto fosse stirata al rovescio, per non rovinarsi e perchè il mondo, visto al contrario, ti è sempre andato più a genio.

E’ come una bicicletta a cui continui a gonfiare le ruote, ma sembra proprio non voglia scorrere. Che tu abbia i freni tirati? Ti fermi, la guardi per bene, tocchi un po’ qui e un po’ lì e riparti. Ma.. niente. E allora capisci che non è la bicicletta, ma sono i tuoi muscoletti a non essere più quelli di una volta. anche se “una volta” non era tanto tempo fa.

Adesso fai più fatica. Ok, ti dici. Va bene così.

O forse no, non va bene così. Però sei piccola, sei comunque piccola davanti a tutto e ti senti un po’ debole.

E ti senti un po’ triste e continui a non capire chi non ha capito e non ha voluto capire e non volendo capire, ti ha fatto male.

Poi ti ricordi che ci sono persone che invece, anche non conoscendoti, ti sanno trasmettere affetto. E ti ricordi che una di queste persone ti ha pensata prima di partire per un’isola a forma di farfalla a cui sei tanto legata. Ti ha pensata e ha portato con sè, per te, un piccolo grande dono.

Un dono color dell’oro, un dono che profuma intensamente e che è tanto prezioso.

Ed è buono questo dono, è buonissimo. E sai che adesso hai bisogno di un dolce pensiero.

E allora ti ricordi di quel sorriso che quella persona, con il suo pensiero, ti ha regalato. E pensandola impasti biscotti.

Grazie Claudia.

 

BISCOTTI ALLO ZAFFERANO CON GOJI E NOCCIOLE


Difficoltà: facile Tempo: 20 minuti + 35 minuti cottura Dosi: 30 biscotti


Ingredienti:

300 gr farina, 150 gr zucchero, 1,5 cucchiaino di lievito per dolci, 8 pistilli di zafferano, 2 cucchiai di burro chiarificato, 3 uova medie, 70 gr nocciole sgusciate tostate, 2 manciate di bacche di goji.

Preparazione:

Fate scaldare il burro chiarificato e scioglietevi lo zafferano.

Riunite in una ciotola farina, zucchero e lievito.

Tritate grossolanamente le nocciole e unitele agli ingredienti secchi. Aggiungete anche le bacche di goji.

Sbattete a parte con le fruste elettriche le uova insieme al burro allo zafferano.

Unite i due composti, formate un panetto e mettetelo in frigo avvolto in pellicola per 30 minuti.

Accendete il forno a 180° C.

Dividete l’impasto in due parti e formate con ognuna un cilindro e passateli in qualche cucchiaio di zucchero semolato.

Fate cuocere i cilindri per 25 minuti in forno caldo su una placca rivestita di carta forno.

Sfornate e fate riposare 10 minuti, quindi tagliate i biscotti, disponeteli di nuovo sulla placca e fate cuocera per altri 12 minuti – 6 minuti per lato -

Consiglio:

Aspettate a gustare i Biscotti quando saranno ben freddi e, preferibilnente, se ce la fate aspettate il giorno sccessivo (conservateli in una scatola di latta o in un barattolo di vetro ben chiusi) saranno tutta un’altra cosa!

Biscotti goji e nocciole 2

 

 SAFFRON, HAZELNUT AND GOJI BERRIES COOKIES


Level: Easy Time: 20 min. + 35 minutes baking Serving: 30 cookies


Ingredients:

300 g flour, 150 g sugar, 1.5 tsp baking powder, 8 saffron pistils, 2 tablespoons clarified butter, 3 medium eggs, 70 gr shelled toasted hazelnuts, 2 handfuls of goji berries.

Method:

Heat clarified butter and melt saffron.

Put together in a bowl flour, sugar and baking powder.

Coarsely chop hazelnuts and add them in the bowl. Also add the goji berries and stir.

Beat with the electric whisk the eggs with butter.

Combine the two mixtures, make a ball and put it in the fridge, wrapped in foil, for 30 minutes.

Preheat the oven to 180 ° C.

Divide the dough into 2 parts, forme 2 cylinder and roll each in few caster sugar.

Bake the rolls for 25 minutes on a baking sheet lined with parchment paper.

Remove from the oven and let rest 10 minutes, then cut out the cookies, arrange them on the baking sheet and bake for 12 minutes more (6 minutes per side)

My advice:

Let cool completely the cookies before enjoy them and, if you can, wait till the day (store them in a glass jar).

Focaccia di Recco Tradizionale… o quasi!

Focaccia di recco 1

Vi avevo già parlato un po’ di anni fa della Focaccia di Recco: una focaccia bassa bassa che racchiude tanto morbido stracchino stra due sfoglie sottili di pasta non lievitata.

La ricetta che vi avevo proposto allora però aveva tra gli ingredienti un “intruso”, cioè un uovo. Se quella ricetta, sebbene mi sia giunta da mani esperte, non vi avesse convinti e vi avesse fatto storcere il naso, la versione che vi propongo oggi invece accontenterà tutti (o almeno spero) essendo quella tradizionale: olio, acqua, farina e sale.

Essendo sabato ci sta proprio a pennello questa focaccia, non pensate?

Focaccia di recco 3

 

FOCACCIA DI RECCO


Difficoltà: facile Tempo: 15 minuti + 1-2 ore riposo + 20 minuti cottura Dosi: 2 teglie di rame tonde da 30 cm


Ingredienti:

250 gr di farina debole (io ho usato metà di grano duro e metà Antiqua tipo 1), 150 ml di acqua tiepida, 7 gr di sale, 400 gr di stracchino bio Spega, olio extravergine di oliva.

Preparazione:

Fate sciogliere il sale nell’ acqua tiepida e aggiungetevi un generoso giro di olio.

Versate la farina in una grande ciotola, versatevi al centro l’acqua e impastate fino ad ottenere un composto liscio, omogeneo e elastico (Se impastate nell’impastatrice ancor meglio! ).

Lasciate riposare l’impasto, coperto per 1 ora, impastate ancora qualche minuto a mano e lasciate riposare per un’altra ora. Non essendoci lievito, il riposo serve per ottenere una pasta sufficientemente elastica per essere stesa sottilissima.

Dividete la pasta in 4 parti e stendetele sottilissime dapprima con il mattarello e poi con le mani (facendo roteare l’impasto sui pugni chiusi).

Oliate abbondantemente le 2 teglie di rame e stendetevi una parte di pasta. Dividete lo stracchino tra le due teglie e coprite con il secondo disco di pasta.  Sigillate per bene le due sfoglie e tagliate dal bordo la pasta in eccedenza. Con un coltello molto affilato, fate dei tagli sulla superficie della focaccia in modo da impedire che si rigonfi durante la cottura.

Irrorate con abbondante olio, un po’ di sale e infornate in forno già caldo a 210° per 20 minuti.

Consiglio:

L’illustre e tanto amato papà Marco, consiglia di mettere sulla superficie della focaccia anche qualche fogliolina di salvia tritata prima della cottura. ;)

Focaccia di recco 2

 

FOCACCIA DI RECCO (TYPICAL ITALIAN FOCACCIA WITH CHEESE)


Level: easy Time: 15 min. + 2 hours rest + 20 min. baking Serving: 2 round copper baking tray


Ingredients:

250 gr flour (I used half durum wheat flour and half Antiqua type 1), 150 ml of warm water, 7 g of salt, 400 grams of pranic Stracchino -soft cheese-Caseificio Pugliese, organic extra virgin olive oil.

Method:

Dissolve salt in lukewarm water and add a tbs of oil.

Pour the flour into a large bowl, add water and knead until you have a smooth, homogeneous and elastic dough (better if you use the kneader).

Let rest the dough, covered, for 1 hour. Knead it by hands for few minutes and let it rest 1 hour more (in this recipe we don’t have yeast, so the resting time is very important in order to get an elastic dough).

Divide the dough in 4 equal parts and roll it out each as thin as possible at first using a rolling pin, then your hands (twirling the dough on fists).

Grease with oil the 2 copper baking tray and cover the base with 1 piece of dough. Divide the cheese between the two and cover with the second disk of dough. Using a sharp knife, make cuts on the surface of yours focaccia in order to prevent it swells during baking.

Drizzle with plenty of olive oil, salt and bake in the preheated oven at 210° C for 20 minutes.

My advice:

You can add also some finely chopped sage leaves on the surface before baking.

 

 

Golosissime Brioches all’acqua

Brioches all'acqua 1

Avete presente quei giorni in cui si sente il biosogno assoluto di una coccola che profuma di buono e che abbia lo stesso identico aroma che proviene dalla migliore panetteria che possiate immaginare?

Ecco. Oggi per me è proprio uno di quei giorni. E ho bisogno di un po’ di affetto dolce, morbido, profumato e goloso.

Ho bisogno di queste Brioches all’acqua. Impreziosite nell’impasto da nocciole tostate tritate finissime e farcite senza indugio con una delizosa crema alla nocciola… ho fatto bene? ;-)

ps: non siate tirchi e abbondate! Tanto, almeno la base, è leggerissima! :)

Brioches all'acqua 2

BRIOCHES ALL’ACQUA ALLE NOCCIOLE


Difficoltà: media Tempo: 20 min. + 9 ore lievitazione + 15 min. cottura Dosi: 8 brioches


Ingredienti:

200 gr farina, 1 pizzico di sale, 70 gr zucchero di canna fine, 60 gr nocciole tostate, 135 ml acqua, 20 ml olio di semi, 5 gr lievito di birra, Nocciolata RdA, granella di nocciole per decorare, mezzo bicchiere di latte.

Preparazione:

Tritate finissime le nocciole insieme ad un cucchiaio di zucchero in modo da ottenere una farina.

Versate nell’impastatrice la farina, il sale, la farina di nocciole e lo zucchero e mescolate.

Fate intiepidire l’acqua e scioglietevi il lievito. Unite anche l’olio e versate tutto nell’impastatrice.

Impastate per almeno 15 minuti, trasferite l’impasto sul piano da lavoro e lavoratelo un poco con le mani. Formate un panetto, mettetelo in una ciotola, copritelo con pellicola e fatelo lievitare in luogo caldo (in forno spento con luce accesa) fino al raddoppio – a me sono servite 4 ore-

Trasferite ora l’impasto in frigorifero e lasciatelo riposare per 3 ore.

Dividete il panetto in 8 parti di uguale peso e formate con ognuna una pallina. Disponete le palline su due teglie da forno rivestite di carta forno e fate lievitare ancora per 2 ore (raddoppio) coperte con pellicola -non a contatto-

Spennellate le brioches con il latte a temperatura ambiente, spolverate con un poco di granella di nocciole e infornate in forno già caldo a 180° C per 15 minuti circa.

Sfornate e fate raffreddare, quindi tagliate a metà e farcite con abbondante nocciolata!

Brioches all'acqua 3

 

WATER BRIOCHES WITH HAZELNUTS


Level: medium Time: 20 min. + 9 hours rest + 15 min. baking Serving: 8 brioches


Ingredients:

200 gr flour, 1 pinch of salt, 70 gr fine brown sugar, 60 gr toasted hazelnuts, 135 ml lukewarm water, 20 ml seeds oil, 5 g brewer’s yeast, Nocciolata RdA (hazelnuts and cocoa cream), hazelnuts to decorate, half a glass of milk .

Method:

Finely chop hazelnuts with a spoonful of sugar obtaining a flour.

Pour flour, salt, hazelnut flour and sugar in the kneader and stir.

Melt the yeast in water. Add oil and pour everything into the mixer.

Knead for 15 minutes, then put the dough on the pastry board and knead it a little with your hands. Form a loaf, place in a bowl, cover with plastic wrap and let rise in warm place (for example in the oven with the light on) until double – I need 4 hours-

Now put the dough in the fridge and let stand for 3 hours.

Divide the dough into 8 equal parts and forme 8 balls. Arrange the balls on two baking sheets lined with parchment paper and let rise 2 hours more (until double) covered with film-not in contact-

Brush the buns with milk at room temperature, sprinkle with chopped hazelnuts and bake in preheated oven at 180 ° C for 15 minutes.

Remove from the oven and let cool, then cut in half, spread with plenty Nocciolata and enjoy them! :)

Ciambella di bufala ripiena

Ciambella di bufala ripiena

Ho fatto un’isalata di polpo l’altra sera… ma proprio mentre mi stavo mettendo al “lavoro” mi è venuto in mente che in frigorifero, nello scomparto dedicato ai formaggi, avevo una bellissima mozzarella di bufala a forma di ciambella che già mi ero immaginata farcita a mò di panino…senza il pane!

Adesso vi chiedo: non sarebbe venuto in mente anche a voi di conservare un po’ di quel bel polpo che stavate per mettere in pentola, proprio per riempire questa candida mozzarellona??

Detto fatto: ho lessato il polpo per l’insalata (per altro se vi interessa, trovate QUI la mia ricetta) tenendone da parte 2 bei grossi tentacoloni. E poi? Mica poteva rimanere solo soletto in quella tondeggiante bontà! Pomodorini appassiti al forno e un paio di zucchine trombetta trifolate alle erbe.

Oh! Ora sì che ci siamo! :)

Buon inizio settimana!!

Ciambella di bufala ripiena

CIAMBELLA DI BUFALA RIPIENA


Difficoltà: facile Tempo: 15  min. + 25 min. cottura Dosi: 2 persone


Ingredienti:

2 grossi tentacoli lessati di polpo (per la ricetta clicca QUI), 20 pomodorini ciliegini, 2 zucchine trombetta, aromi freschi misti (salvia, rosmarino, timo, basilico, maggiorana, prezzemolo), olio evo, sale, pepe, noce moscata, 1 scalogno, 1 ciambella di bufala Caseificio Pugliese.

Preparazione:

Tagliate la ciambella di bufala a metà e fate perdere l’acqua in eccesso lasciandola in uno scolapasta per almeno 1 ora.

Accendete il forno a 230° C.

Lavate i pomodorini, tagliateli a metà e disponeteli in una teglia rivestita di carta forno senza sovrapporli, condite con olio, sale, pepe, e un trito abbondante di erbe aromatiche.  Infornate per 15 minuti, poi terminate la cottura sotto il grill per 4 minuti.  Sfornate e fate raffreddare.

Lavate le zucchine e tagliatele a rondelle sottili. Tagliate lo scalogno a fettine sottilissime e fatelo appassire per 3 minuti in un cucchiaio di olio. Salate, aggiungete le zucchine e cuocetele al dente per 10 minuti. Salate, pepate e completate con prezzemolo tritato. Fate raffreddare.

Scaldate una griglia o una pentola antiaderente, spennelate con un poco di olio e fate arrostire i tentacoli del polpo 3 minuti per lato. Salate, pepate e fate raffreddare. Quindi tagliate a rondelle abbastanza spesse.

Farcite la ciambella di bufala prima con le zucchine, poi con il polpo e infine con i pomodorini. Servite!!

Ciambella di bufala ripiena

FILLED  BUFFALO MILK MOZZARELLA


Level: Easy Time: 15 min. + 25 min. cooking Serving: 2 people


Ingredients:

2 big boiled octopus tentacles (recipe HERE), 20 cherry tomatoes, 2 zucchini, mixed fresh herbs (sage, rosemary, thyme, basil, marjoram, parsley), extra virgin olive oil, salt, pepper, nutmeg, 1 shallot, 1 buffalo milk mozzarella Caseificio Pugliese.

Method:

Cut in half buffalo  milk mozzarella, put it in a colander for  1 hour in order to lose the excess water.

Preheat the oven to 230 ° C.

Wash cherry tomatoes, cut them in half and put them on a baking sheet lined with parchment paper (without overlapping) season with olive oil, salt, pepper, and chopped herbs. Bake for 15 minutes, and for 4 minutes more under the grill. Remove from the oven and let cool.

Wash the zucchini and cut them into thin slices. Finely slice the shallot and sauté for 3 minutes in a tablespoon of oil. Season with salt, add the zucchini and cook for 10 minutes. Add salt and pepper and chopped parsley. Let cool.

Heat a grill or a nonstick pan,grease with oil and roast the octopus tentacles 3 minutes per side. Add salt and pepper and let cool. Slice it.

Fill the mozzarella with zucchini, octopus and baked tomatoes. Serve it !!

Confettura di pesche rosse e bianche

Confettura di pesche rosse e bianche - Peach jam-

Giusto giusto un anno fa, vi avevo pubblicato la ricetta della Confettura di pesche rosse. Vi raccontavo della bontà della loro polpa scura, della bellezza della loro buccia vellutata, ma vi dicevo anche che vanno consumate appena maturano perchè se si aspetta troppo a lungo, tendono a diventare farinose.

Visto che il nostro alberello ne ha prodotte a volontà, uno dei modi migliori per conservarle è sicuramente la confettura. Quest’anno però ho voluto rendere questa conserva ancora più carina abbinando in uno stesso barattolo due tipi di dolcezze: quella delle pesche rosse, appunto, e qella delle pesche bianche.

Scegliete voi se prenderne prima una cucchiaiata chiara e poi una scura o se invece affondare il cucchiaio fino in fondo al barattolo e creare una fetta spalmata “marmorizzata”. Sono certa che in entrambi i casi ve ne innamorerete!

 

Confettura di pesche rosse e bianche - Peach jam-

 

CONFETTURA DI PESCHE ROSSE E BIANCHE


Difficoltà: facile Tempo: 20 minuti + 4 ore riposo + 50 minuti cottura Dosi: 8 vasetti


Ingredienti:

1 kg pesche rosse (peso senza nocciolo ma con la buccia), 1 kg pesche bianche (peso senza nocciolo ma con la buccia), 2 mele golden biologiche, 700 gr zucchero di canna.

Preparazione:

Preparate due pentole capienti.

Lavate le mele tagliatele a piccoli dadini e dividetele tra le due pentole.

Lavate le pesche mantenendo la buccia e tagliatele a pezzettini. Versate quelle rosse in una pentola e quelle bianche nell’altra. Dividete lo zucchero equamente tra le due, mescolate e lasciate macerare, coperto, per 4 ore.

Preparate nel frattempo i vasetti: lavateli e asciugateli accuratamente e, per essere più sicuri, fateli scaldare 5 minuti nel microonde alla massima potenza.

Mettete le due pentole sul fuoco e fate cuocere la confettura, mescolando di tanto in tanto, per  45-50 minuti.

Versate nei vasetti le confetture bollenti: riempite metà vasetto con quella di pesche rosse e l’altra metà con quella di pesche bianche. Chiudete bene i vasetti con le capsule e sterilizzateli facendoli bollire per 25 minuti (dal bollore) in una pentola colma di acqua calda (in modo che siano completamente coperti). Fate raffreddare  vasetti nel’acqua, scolateli e conservateli in dispensa.

 

Confettura di pesche rosse e bianche - Peach jam-

 

RED & WHITE PEACH JAM


Level: easy Time: 20 min. + 4 hours rest + 50 min. cooking Serving: 8 jars


Ingredients:

1 kg red peaches (pitted and unpeeled), 1 kg white peaches (pitted and unpeeled), 700 gr brown sugar, 2 organic apples.

Method:

Prepare 2 big pots.

Wash apples, cut them into small cubes and divide them in the pots.

Wash red peaches, cut them into small pieces and pour them in the first pot. Add 350 gr of sugar.

Wash white peaches, also cut them into small pieces and pour them in the other pot. Add the remaining sugar and stir. Cover with the lids and let rest for 4 hours.

Put the pots on fire, bring to boil and cook the jam for 45-50 minutes stirring often. Pour the hot jam into clean jars, cover with the lid and sterilize boiling for 25 minutes in a pot filled with hot water (completely covered).

Let cool in water, drain and store.

Confettura di pesche rosse e bianche - Peach jam-

 

Coniglio in umido light “alla mia maniera”

Coniglio in umido light

Insolito e sfizioso, leggero (anzi leggerissimo) e ancora piacevolmente ancorato ai profumi e ai sapori estivi… avremo zucchine e pomodori freschi e gustosi per tutto il mese di settembre: godiamone e facciamone buon uso! ;-)

Questo coniglio sembra il classico coniglio alla cacciatora e di fatto lo è… ma non si voleva proprio accontentare di rimanere legato alla tradizione… aveva voglia di darsi un tono…

E così, all’intingolo saporito a base di verdure in cui cuoce la carne, si unisce un trito croccante dolce/salato di scorza di limone, albicocche secche e noci macadamia.

Cosa dite: riso pilaf o patatine novelle alla brace per accompagnare?

 

CONIGLIO IN UMIDO LIGHT “ALLA MIA MANIERA”

con verdure, albicocche e noci macadamia


Difficoltà: facile Tempo: 15 minuti + 2 ore riposo + 70 minuti cottura Dosi: 4 persone


Ingredienti:

1 coniglio ruspante da 1,2 kg a pezzi, 4 pomodori cuore di bue, 1 cipolla rossa, 3 carote, 4 zucchine chiare, 10 bacche di ginepro, sale, pepe, olio evo, basilico, timo, salvia, 12 albicocche secche Noberasco, 20 noci macadamia sgusciate Noberasco, 1 limone biologico.

Preparazione:

Tagliate la cipolla a fettine sottili, i pomodori a pezzetti e le carote a piccoli cubetti. Versate tutto in una grande pentola, condite con un goccio di olio, sale, pepe e aggiungete un mazzo abbondante di erbe aromatiche e il ginepro. Fate riposare coperto per 2 ore in modo che le verdure rilascino la propria acqua che permetterà di cuocere il coniglio senza il soffiritto.

Accendete la fiamma e fate cuocere le verdure per 5 minuti.

Sciacquate il coniglio, asciugatelo bene e mettetelo nella pentola senza sovrapporre i pezzi di carne. Coprite con il coperchio e fate cuocere per 20 minuti. Girate i pezzi di coniglio e controllate il livello di liquido: non deve asciugare eccessivamente, quindi se necessario aggiungete un poco di brodo caldo. Continuate la cottura per altri 20 minuti.

Nel frattempo lavate le zucchine e tagliatele a fette, quindi a bastoncini e poi a cubetti. Unitele al coniglio, mescolate e continuate la cottura per altri 25-30 minuti. Regolate di sale e pepe e spegnete.

Preparate un trito grossolano di noci macadamia e albicocche e versatelo in un padellino antiaderente. Lavate il limone e prelevatene la scorza con un pelapatate. Tritate finemente i filetti e uniteli alla frutta secca. Fate tostare a fiamma media per 5 minuti.

Servite il coniglio insieme al suo intingolo di verdurine e al trito croccante.

Consiglio:

I tempi di cottura sono elevati poichè il coniglio è ruspante e dunque la carne è più soda. Se si usa un coniglio diversamente allevato, i tempi si ridurranno a 45 minuti totali.

Essendo “alla mia maniera”, la ricetta è volutamente light. Se si vuole dare una nota di gusto in più al piatto consiglio di infarinare leggermente i pezzetti di carne e farli rosolare per 5 minuti in un goccio di olio prima di aggiungerli alle verdure.

Noci macadamia, albicocche e limone

RABBIT WITH VEGETABLES, APRICOT AND MACADAMIA NUTS (LIGTH RECIPE)


Level: Easy Time: 15 min. + 2 hours rest + 70 min. cooking Serving: 4 people


Ingredients:

1 free-range rabbit (1.2 kg) in pieces, 4 tomatoes, 1 red onion, 3 carrots, 4 zucchini, 10 juniper berries, salt, pepper, olive oil, basil, thyme, sage, 12 dried apricots Noberasco, 20 shelled macadamia nuts Noberasco, 1 organic lemon.

Method:

Finely slice the onion, chop tomatoes and carrots into small cubes. Pour all into a big pot, season with few olive oil, salt, pepper and add a generous bunch of fresh aromatic herbs and juniper berries. Let rest covered for 2 hours so vegetables lose their water (it’s important to cook the rabbit without adding oil).

Turn on the heat and cook the vegetables for 5 minutes.

Rinse the rabbit, dry it well and put it in the pan (pay attention not to overlap the pieces of meat). Cover with a lid and cook for 20 minutes. Turn the meat and, if it’s necessary, add few hot broth. Continue cooking 20 minutes more.

Meanwhile wash the zucchini and cut them into cubes. Add them to the rabbit, stir and continue cooking for 25-30 minutes more. Season with salt and pepper and turn off.

Chop macadamia nuts and apricots and pour all into a nonstick pan. Wash the lemon and cut out the zest with a vegetable peeler. Finely chop the zeste and add them to dried fruit. Toast over medium heat for 5 minutes. Serve.

My advice:

I used a free range rabbit, that’s why we have long cooking time. otherwise the cooking time will be 45 minutes.

This recipe is really light, but if you want you can lightly flour the pieces of meat and sautè them for 5 minutes in few oil before adding to the vegetables.

 

noberasco_bollo_blog_200x200

Pancakes ai datteri e ricottina di capra piccante

Pancakes ai datteri 1

Un bel brunch domenica non lo vogliamo fare?

Abbandonati i ritmi di vita vacanzieri, dove le lancette dell’orologio potevano correre come più desideravano senza darci noia, rientrati negli schemi quotidiani che, più o meno volentieri, ben conosciamo, è necessario ritagliarsi i giusti spazi di evasione e di riposo, di ilarità e di convivialità. Ritrovare quel domenicale dolce far nulla che ricarica sempre un poco le batterie… con una merenda, un aperitivo, un brunch.

E io lo aprirei così….

PANCAKES AI DATTERI CON RICOTTINA DI CAPRA PICCANTE


Difficoltà: facile Tempo: 20 minuti + 2 ore riposo + 10 minuti cottura Dosi: 4 persone


Ingredienti:

Pancakes:125gr farina 0, 250gr latte fresco, 1 uovo, 2gr lievito di birra, 1 cucchiaino di sale, pepe, 1 cipolla bionda, 5 datteri morbidi al naturale.

Ricotta: 200gr ricotta di capra Spega, 1 cucchiaino di paprika piccante, olio evo, sale, pepe, noce moscata.

Preparazione:

Preparate i pancakes: fate intiepidire il latte e scioglietevi il lievito. Versate la farina in una ciotola, mettete il sale sui bordi, unite un pizzic di pepe e fate un buco al centro. Rompetevi l’uovo e versatevi il latte mescolando il tutto con una frusta a mano finchè otterrete una pastella liscia e omogenea. Coprite la ciotola con un canovaccio e fate riposare per 1 ora a temperatura ambiente.

Nel frattempo affettate finemente la cipolla e fatela appassire in un goccio d’olio in una padella antiaderente. Salate e lasciate raffreddare.

Preparate anche la ricotta: versatela in una terrina, aggiungetevi un goccio di olio, sale, pepe, noce moscata e la paprika. Mescolate tutto con un cucchiaio di legno ottenendo una crema morbida. Conservate in frigorifero per 1 ora poi mettete la crema in un sac a poche con beccuccio a stella.

Aggiungete alla pastella le cipolle e i datteri sminuzzati, mescolate, coprite ancora e lasciate riposare un’altra ora.

Fate scaldare un padellino antiaderente di 18cm, ungetelo con un goccio di olio e versatevi un mestolino di pastella. Fate cuocere i pancakes per 3-4 minuti quindi girateli e cuocete ancora per 3 minuti.

Sistemate via via in pancakes su un piatto e servitene due per ciascuno accompagnando con la crema di ricotta piccante.

Pancakes ai datteri 2

PANCAKES WITH DATES AND GOAT CHEESE SPICY CREAM


Level: easy Time: 20 min. + 2 hours rest + 10 min. cooking Serving: 4 people


Ingredients:

Pancakes: 125 gr flour, 250 gr milk, 1 egg, 2 gr brewers yeast, 1 teaspoon salt, pepper, 1 blond onion, 5 soft dates.

Goat cheese cream: 200 gr goat ricotta cheese Spega, 1 teaspoon hot paprika, oil, salt, pepper, nutmeg.

Method:

Prepare pancakes: melt yeast in hot milk. Pour the flour into a bowl, add salt, a pinch of pepper and make a hole in the center. Put in the egg and pour in the milk, stirring with a hand whisk. Cover the bowl with a cloth and let rest for 1 hour at room temperature.

Meanwhile, finely slice the onion and brown it in few oil in a frying pan. Salt and let cool.

Prepare the ricotta cream: pour it into a bowl, add a dash of olive oil, salt, pepper, nutmeg and paprika. Mix everything with a wooden spoon getting a smooth cream. Store in refrigerator for 1 hour then put the cream in a pastry bag.

Mix the batter with chopped dates and  onions, cover again and let rest 1 hour more.

Heat a nonstick frying pan of 18cm, grease it withoil and pour a spoonful of batter. Cook pancakes for 3-4 minutes, turn them and cook 3 minutes more.

Serve 2 pancakes per person along with spicy ricotta cream.

Bocconcini dolci al caffè e confettura

Dolcetti di riciclo al caffè e confettura 1

Dopo una lunghissima assenza un po’ voluta e un po’ forzata, eccomi ritornata a scrivere nel mio piccolo, dolce e amatissimo blog che tanto mi è mancato!

E come potevo rientrare al meglio, se non con una ricetta facile, veloce e riciclona?

Vi sarà capitato di partire per le ferie e dimenticarvi in dispensa una confezione aperta di fette biscottate…??? Se, guarda caso proprio in questo mese di agosto siete stati, come la sottoscritta, un po’ smemorati e, rientrando, avete ritrovato quelle stesse fette senza la loro originaria fragranza, ecco l’idea per riutilizzarle in un semplicissimo, ma goloso riciclo per accompagnare il caffè!

La preparazione è così basica che è quasi imbarazzante, è leggerissima e senza grassi aggiunti, senza burro, olio, panna, uova e con pochissimi ingredienti quindi risolve anche la sindrome da frigo vuoto post ferie. L’unica accortezza è di conservare i dolcetti per una notte in frigorifero prima di gustarli. Sono tutta un’altra cosa: giurin giuretta!!

Ps: ovviamente si possono utilizzare anche biscotti secchi e i golosastri potranno sostituire la confettura con una crema spalmabile alla nocciola….

 

Dolcetti di riciclo al caffè e confettura 3

 

BOCCONCINI DOLCI AL CAFFE’ E CONFETTURA


Difficoltà: facilissima Tempo: 15 minuti + 1 notte di riposo Dosi: 15 bocconcini circa


Ingredienti:

230 gr fette biscottate integrali, 130 gr caffè, 1 cucchiaio mielBio millefiori RdA, FiorDiFrutta al ribes nero RdA, due cucchiai di zucchero a velo.

Preparazione:

Spezzettate le fette biscottate e tritatele finemente nel mixer ottenendo una polvere. Sciogliete il miele nel caffè tiepido e fatelo raffreddare. Unite nel mixer la “farina” e il caffè e impastate ottenendo un impasto dalla consistenza simile alla frolla.

Formate una palla e trasferitevi sul piano da lavoro. Spolverate il piano con lo zucchero a velo e dividete il panetto in due parti uguali. Formate due cilindretti e tagliateli a dischetti.

Formate i bocconcini dolci unendo due dischetti con un cucchiaino di confettura. Disponete il tutto su un vassoio, coprite con pellicola e fate riposare in frigorifero per una notte prima di gustare.

 

Dolcetti di riciclo al caffè e confettura 2

 

LIGHT COFFEE AND JAM SWEETS


Level: easy Time: 15 minutes + 1 night rest Servings: 15 sweets


Ingredients:

230 g wholemeal rusks, 130 g coffee, 1 tablespoon honey RdA, black currant jam RdA, 2 tablespoons icing sugar.

Method:

Chop finely rusks in a mixer getting a “flour”. Melt honey in lukewarm coffee and let cool completely. Mix rusks flour with coffee getting a dough like shortcrust pastry.

Form a ball and put it on pastry board sprinkled with icing sugar. Divide it in two parts and form two cylinders: cut out about 30 disks.

Create your sweets combining two disks with a teaspoon of jam. Put them on a platter, cover with foil and let rest in the fridge for one night before enjoying.

 

 

Con questa ricetta partecipo al contest:

http://foodbloggers.rigonidiasiago.it/wp-content/uploads/2014/07/Banner.jpeg

 

Torta di cialde con gelato al cioccolato bianco e nocciole

Torta cialde e gelato 1

Un’idea freschissima, sotto zero, ideale per il dessert di ferragosto: una reinterpretazione del più buono e classico abbinamento tra cialde e gelato.

L’idea è più facile di quanto si possa immaginare, molto furba e si presta anche ad essere preparata sia da chi ama cucinare e creare manicaretti, sia da chi non ne vuole sapere di impastare, mescolare e mantecare! I primi potranno preparare in casa sia le cialde da gelato (seguendo questa ricetta) sia il gelato; i secondi invece potranno acquistare in gelateria sia il gelato che le cialde e semplicemente reinventarle rinnovandone la presentazione!!

Insomma: due piccioni con una fava! :)

   

TORTA DI CIALDE CON GELATO AL CIOCCOLATO BIANCO E NOCCIOLE


 Difficoltà: media Tempo: 30 minuti + 3 ore raffreddamento + 40 min. mantecatura Dosi: 4 persone


Ingredienti:

Base: 400 gr cialde da gelato, 100 gr cioccolato bianco extrafine, 1 cucchiaio di pasta di nocciole, crema spalmabile al cacao e nocciole.

Gelato: 200 gr cioccolato bianco extrafine, 500 gr latte intero, 2 tuorli, 1 cucchiaio di pasta di nocciole, 100gr zucchero di canna fine.

Preparazione:

Gelato: spezzattate il cioccolato, sminuzzatelo e fatelo sciogliere a  bagnomaria. In una bacinella di acciaio versate i tuorli e lo zucchero e sbattete con una frusta a mano. Unite il latte a filo e sbattete ancora. Unite il cioccolato fuso e amalgamate bene.

Portate la bacinella su un bagnomaria caldo e cuocete la crema senza mai smettere di sbattere, per circa 10 minuti controllando la temperatura con un termometro da cucina: non deve superare gli 85°c.

Mettete la bacinella in un bagnomaria freddo con acqua e ghiaccio (così da ridurre i tempi di raffreddamento) e, sempre mescolando con la frusta, fate raffreddare la crema.

Fate riposare in frigorifero per 3 ore almeno così che si raffreddi bene prima della mantecatura. Trasferitelo nella gelatiera e avviatela mantecando per circa 40 minuti.

Conservate il gelato in freezer per almeno 2 ore prima di porzionalo e servirlo con la base di cialde.

Base: tritate le cialde finissime ottenendo una farina e versatele in una ciotola. Fate fondere a bagnomaria il cioccolato bianco e miscelatelo con la pasta di nocciole. Versate il tutto sulla farina di cialde e mescolate. Compattate questo composto in uno stampo a cerniera di 22 cm formando una base (come per il cheese cake). Fate riposare in frigorifero per 1 ora.

Spalmate la base con abbondante crema al cacao e nocciole e rimettete al fresco fino al momento di servire quando dividerete la torta a fette servendo ognuna con una pallina di gelato.

 

Torta cialde e gelato 2

NO BAKE TART WITH WHITE CHOCOLATE AND HAZELNUTS ICE CREAM


Level: medium Time: 30 min. + 3 hours cooling + 40 min. creaming Serving: 4 persons


Ingredients:

Base: 400g waffle for ice cream, 100 g white chocolate extra fine, 1 tablespoon hazelnut paste, chocolate and hazelnuts spread cream.

Ice cream: 200 gr white chocolate extra fine, 500 g milk, 2 egg yolks, 1 tablespoon hazelnut paste, 100g brown sugar.

Method:

Ice cream: chop white chocolate and melt in a double boiler. In a bowl mix egg yolks and sugar and beat with a hand whisk. Add the milk little by little and beat again. Add the melted chocolate and mix well.

Bring the bowl on a  double boiler and cook the cream, always whisking, for about 10 minutes, checking the temperature with a cooking thermometer: it must not exceed 85 ° c.

Put the pan in a water bath with cold water and ice (so as to reduce the cooling time) and, stirring constantly with a whisk, let cool the cream.

Let rest in the refrigerator for 3 hours before creaming. Cream it in the ice cream maker for about 40 minutes.

Keep the ice cream in the freezer for at least 2 hours before scoop and serve it with no bake waffles tart.

Base: chop the waffles getting a fine flour and pour into a bowl. Melt white chocolate in a double boiler and mix with hazelnut paste. Add the waffle  flour and stir. Press this mixture on the bottom of a round 22 cm tart mold forming a base (as for the cheese cake). Let rest in refrigerator for 1 hour.

Spread the base with chocolate and hazelnuts  cream and put in a cool place until ready to serve when you’ll divide the cake into slices each serving with a scoop of ice cream.