Confettura di Amarene e Anice Stellato

Confettura di amarene e anice stellato

Arrivo davvero agli sgoccioli della stagione con questa ricetta, lo so, ma non potevo proprio non pubblicarla (anche perchè ve l’avevo promessa qualche tempo fa presentandovi il merluzzo alle amarene :)

Se non doveste riuscire a reperire le amarene in queste settimane, tenetela a mente per il prossimo anno, ma vi prego segnatela! :)

Dopo l’innamoramento immediato con la confettura di fragole alla vaniglia, mi sono detta che avrei dovuto iniziare a dedicarmi più spesso alla produzione di confetture arricchite da spezie e/0 aromi. E così , adorando l’anice stellato, la ricetta è venuta da sè…

Amore, vero amore! :)

Confettura di amarene e anice stellato

 

CONFETTURA DI AMARENE E ANICE STELLATO


Difficoltà: facile Tempo: 20 minuti + 2 ore riporo + 50 minuti cottura Dosi: 4 vasetti


Ingredienti:

Circa 1,5 kg amarene, 1 mela, 350 gr zucchero di canna, 5 stelle di anice.

Preparazione:

Denocciolate le amarene sopra una grande ciotola in modo da non perdere il loro succo. Pesatele: al netto degli scarti dovrete averne 1 kg.

Versatele in una  grossa pentola. Tagliate la mela a piccoli cubetti e unitela alle amarene. Aggiungete lo zucchero e le stelle di anice e mescolate con un cucchiaio di legno. Coprite con un coperchio e lasciate riposare a temperatura ambiente per 2 ore.

Portate la pentola sul fuoco, mescolando spesso fate raggiungere il bollore, abbassate la fiamma e fate cuocere per circa 45-50 minuti.

Invasate subito la confettura bollente in 4 vasetti puliti e asciugati perfettamente, chiudete con le capsule e sterilizzateli facendoli bollore per 25 minuti in una pentola completamente immersi in acqua calda. Fateli raffreddare nella pentola, quindi scolateli, asciugateli e conservateli in dispensa.

Confettura di amarene e anice stellato

STAR ANISE AND BLACK CHERRIES JAM


Level: easy Time: 20 min. + 2 hours rest + 50 min. cooking Serving: 4 jars


Ingredients:

1,5 kg black cherry, 350 gr brown sugar, 1 apple, 5 star anise

Method:

Pit black cherries over a large bowl not to lose their juice. Weight them: you will get 1 kg.

Put black cherries in a large pot. Cut the apple into small cubes and mix them with black cherries . Add sugar, star anise and stir with a wooden spoon. Cover with the lid and let rest at room temperature for 2 hours.

Bring the pot on medium heat, mixing often, reach the boil , lower the heat and cook for about 45-50 minutes.

Put immediatly the hot jam into clean and perfectly dried jars , close with the lid and sterilize boiling them for 25 minutes in a pot completely covered wiyh hot water . Let them cool in the pan , drain , dry and store.

 

Confettura di amarene e anice stellato

 

Pizzoccheri freddi estivi

Pizzoccheri freddi d'estate 1

Non è che i pizzoccheri si possono mangiare solo alla valtellinese…

Sicuramente è vero che il formato di questa pasta, unico nel suo genere, è adattissimo ad accogliere il ricchissimo e filante condimento trazionale a base di bitto, patate, verze e litri di burro…  ma è bello vedere le cose anche sotto una luce diversa a volte, no?

Per uscire dai soliti schemi (e magari anche per aiutarvi -e aiutarmi- a svuotare la dispensa prima della partenza per le vacanze estive), ecco una ricetta facilissima e veloce, da preparare al volo e gustare all’aperto per non perdersi i raggi di sole confortanti e finalmente estivi che l’ultima settimana ci sono stati regalati!

Buona domenica!

PIZZOCCHERI FREDDI ESTIVI

con cipolle caramellate, bacche di goji e primo sale


Difficoltà: facile Tempo: 15 minuti + 10 minuti cottura Dosi: 4 persone


Ingredienti:

1 grossa cipolla rossa, 4 manciate di bacche di goji, 180 gr primo sale Caseificio Pugliese, 300 gr pizzoccheri, sale, pepe, 35 gr aceto (io ho usato un aceto bio di miele millefiori), 1 cucchiaio di zucchero di canna, 20gr burro di cacao (o burro normale o olio per stare leggeri), basilico.

Preparazione:

Mettete in ammollo le bacche di goji in acqua tiepida.

Mettete sul fuoco l’acqua per la pasta e portatela a bollore.

Nel frattempo affettate sottilmente la cipolla, fate sciogliere in un padellino il burro di cacao (o scaldate l’olio/il burro) e fatevi cuocere la cipolla per 5 minuti. Non appena inizia ad attaccare, salate, bagnate con l’aceto,  aggiungete lo zucchero, mescolate affinchè si sciolga bene, copite e fate cuocere a fiamma bassa per 10 minuti. Aggiungete le bacche di goji e cuocete per altri 5 minuti. Spegnete e fate raffreddare.

Cuocete nel frattempo i pizzoccheri, scolateli al dente e raffreddateli sotto acqua fredda. Versateli in una insalatiera e conditeli con un filo d’olio.

Tagliate il primo sale a cubetti e unitelo alla pasta. Aggiungete anche le cipolle caramellate e le bacche di goji ormai fredde, regolate di sale e pepe, completate con qualche foglia di basilico fresco e servite.

Pizzoccheri freddi d'estate 2

 

SUMMER PIZZOCCHERI SALAD

with caramelized onions, goji berries and cheese


 Level: Easy Time: 15 minutes + 15 minutes cooking Serving: 4 people


Ingredients:

1 big red onion, 4 handfuls of goji berries, 180 gr Primo Sale cheese Caseificio Pugliese, 300 gr pizzocheri, salt, pepper, 35 gr vinegar (I used an organic honey vinegar), 1 tablespoon brown sugar, 20 gr cocoa butter (or normal butter or oil), basil.

Method:

Soak goji berries in warm water.

Bring to boil water for cooking pasta.

Meanwhile, thinly slice the onion, melt the cocoa butter (or heat the oil / butter) in a frying pan, add onion and cook for 5 minutes. Salt, add vinegar, add sugar, stir to dissolve it, cover with the lid and cook over low heat for 10 minutes. Add goji berries and cook 5 minutes more. Turn off and let cool.

Cook pizzocheri, drain them al dente and cool them under running cold water. Pour into a bowl and season with oil.

Cut the cheese into cubes and add it to the pasta salad. Also add the caramelized onions and goji berries (cold), salt and pepper, complete with some fresh basil leaves and serve.

 

Black and white double chocolate cake

Black and White chocolate cake

Oggi è il tuo compleanno.

Tu ami le torte al cioccolato e tra queste, sopra ogni altra, in vetta c’è sempre la Sacher.

Tu ami la sacher e io amo te.

E ogni anno, in ragione di questo amore, il 18 luglio mi ritrovo sempre a temperare cioccolato per regalarti la tua torta preferita.

Quest’anno però, permettimi una piccola, piccolissima modifica e lasciami provare a preparare la base della tua sacher, con il cioccolato bianco al posto del fondente. Quello lo ritrovi sempre esternamente, a chiusura del tuo dolce, come glassa golosa e extra dark.

Buon Compleanno Ale mio.

BLACK AND WHITE DOUBLE CHOCOLATE CAKE


Difficoltà: media Tempo: 1 ora + 50 minuti cottura + risposo Dosi: 6 persone


Ingredienti:

150 gr burro, 150 gr zucchero, 175 gr cioccolato bianco + 50 gr, 6 uova, 120 gr farina 00, 50 gr mandorle pelate + una manciata, confettura di albicocche bio Vis, 200 gr cioccolato fondente 85%, panna fresca 100 gr.

Preparazione:

Spezzettate il cioccolato bianco e fatelo fondere dolcemente in un bagnomaria caldo.

Con le fruste elettriche montate a lungo il burro insieme allo zucchero finchè avrete un composto soffice e chiaro. Unite allora i tuorli, uno alla volta, sempre sbattendo. Aggiungete il cioccolato tornato a temperatura ambiente, unite anche le mandorle tritate fini, la farina e, in ultimo, con estrema delicatezza, gli albumi montati a neve fermissima.

Preriscaldate il forno a 190°. Imburrate e infarinate uno stampo di 24 cm, versatevi l’impasto e scuotetelo in modo da livellarlo senza smontarlo. Fate cucoere la torta per 45-50 minuti. Sfornate e lascate raffreddare.

Ammorbidite la confettura con un paio di cucchiai di acqua calda.

Pareggiate la torta in modo da renderla il più possibile piana e tagliatela a metà ottenendo 2 dischi. Spalmate un disco con abbondante confettura e ricomponete la torta. Pennellatela poi tutta con la confettura in modo da renderla più liscia e adatta alla glassatura.

Temperate il cioccolato fondente: spezzettatelo e mettetelo in un pentolino, appoggiatelo in un bagnomaria caldo e fatelo fondere fino a raggiungere una temperatura compresa tra i 40° c e i 50° c. Toglietelo dal bagnomaria e, senza mai smettere di lavorarlo con una spatola, fate raggiungere una consistenza più “pastosa” che corrisponda a 27°c. Rimettete allora il pentolino sul bagnomaria e fate ritornare allo stadio fluido ad una temperatura di 32°c. (Se non volete temperare il cioccolato, fondetelo semplicemente a bagnomaria. Se non vi formalizzate, sarà perfetto! :D)

Lasciate che il cioccolato torni a temperatura ambiente e amalgamatelo con la panna montata. Glassate la torta, decorate il bordi con una granella ottenuta dalle mandorle rimaste tritate a coltello e decorate il centro con ricciolini di cioccolato bianco.

Fate riposare per un paio d’ore quindi servite.

 

 

Black and White chocolate cake

 

BLACK AND WHITE DOUBLE CHOCOLATE CAKE


Level: medium Time: 1 hour + 50 min. baking + rest Serving: 6 people


Ingredients:

150 g butter, 150 g sugar, 175 g + 50 g white chocolate, 6 eggs, 120 gr 00 flour, 50 gr + a handful peeled almonds, organic apricot jam Vis, 200g 85% dark chocolate, 100 gr whipped cream .

Method:

Chop white chocolate and melt it in a hot water bath.

With electric whisk mix butter and sugar until you have a soft and clear mixture. Add the egg yolks, one by one, always beating. Add the chocolate at room temperature, add the finely chopped almonds, flour and, finally, with extreme delicacy, add the egg whites beated until stiff.

Preheat oven at 190 °C. Grease and flour a mold of 24 cm, pour the mixture and bake the cake for 45-50 minutes. Remove from the oven and let cool.

Soften the jam with a couple of tablespoons of hot water.

Level the cake in order to make it as flat as possible and cut it in half getting 2 discs. Spread a disc with plenty of jam and recompose the cake. Spread all the cake with few jam to make it suitable for icing.

Chop dark chocolate and put it in a saucepan, place it in a double boiler and melt it reaching a temperature between 40 ° c and 50 ° c . Remove it from the water bath , and working it with a spatula, reach the 27 ° c . Put the pan on the water bath again and reach the temperature of 32 ° c . (If you don’t have time enaugh, you can just melt chocolate in a double boiler).

Let the chocolate return at room temperature and mix it with the whipped cream. Cover the cake with the icing cream, decorate the edges with chopped almonds and decorate the center with some curls of white chocolate.

Let rest for a couple of hours then serve.

 

 

Black and White chocolate cake

Spaghetti con pesto di capperi, pomodorini confit e mandorle

Spaghetti pomodorini confit 1

Ho voglia di Siclia! Si vede? :)

Oggi per iniziare a respirare l’aria buona di quella bellissima terra, ecco una ricetta in cui sapori e ingredienti siciliani si incontrano e si rincorrono : un corposo pesto di capperi in cui si riconosce la nota delicata delle mandorle, avvolge nella sua trama spaghetti cotti al dente la cui sapidità viene smorzata dalla dolcezza dei pomodorini confit.
E per finire, una croccantissima granella di mandorle va a riprendere e richiamare quelle incontrate nel pesto, sublimandone così il gusto.

SPAGHETTI CON PESTO DI CAPPERI, POMODORINI CONFIT E MANDORLE


Difficoltà: facile Tempo: 15 minuti + 2 ore cottura Dosi: 4 persone


Ingredienti:
320 gr spaghetti, 1 vasetto di pesto di capperi La Nicchia Pantelleria, 500 gr pomodorini ciliegini, sale, pepe, olio evo, 1 cucchiaio di zucchero bianco, 50 gr mandorle spellate.

Preparazione:
Preriscaldate il forno a 140°.
Lavate i pomodorini, asciugateli e tagliateli a metà. Disponeteli ordinatamente su una leccarda foderata di carta forno con la parte tagliata verso l’alto. Conditeli con sale, pepe, a piacere aglio tritato, un filo d’olio e lo zucchero. Infornate e fate cuocere per circa 2 ore fino a che si saranno asciugati senza seccare.
Lessate gli spaghetti in acqua bollente salata e scolateli al dente.
Ammorbidite il pesto di capperi con qualche cucchiaio dell’acqua di cottura della pasta e conditevi gli spaghetti.
Unite i pomodorini confit, impiattate e decorate con le mandorle ridotte, al coltello, in una grossolana granella.

 

Spaghetti pomodorini confit 2

 

SPAGHETTI WITH CAPER PASTE, ALMONDS AND CONFIT CHERRY TOMATOES


Level: easy Time: 15 min. + 2 hours baking Serving: 4 people


 

Ingredients:
320 gr spaghetti, 1 jar of caper paste La Nicchia Pantelleria, 500 gr cherry tomatoes, salt, pepper, extra virgin olive oil, 1 tablespoon white sugar, 50 g blanched almonds.

Method:
Preheat oven at 140 °C.
Wash the tomatoes, dry and cut in half. Put them on a baking tray lined with parchment paper with the cut side facing up. Season with salt and pepper, chopped garlic if you like, oil and sugar. Bake for about 2 hours until it will be dried and caramelized.
Cook spaghetti al dente in boiling salted water.
Soften the caper paste with few tablespoons of pasta cooking water and use it to season spaghetti.
Add confit cherry tomatoes and serve decorate each portion with chopped almonds.

Gaufres salate all’italiana

Gaufres Italian Style 1

Un’idea facile e veloce per un finger food da aperitivo in cui si incontrano con freschezza e leggerezza due paesi: il  Belgio e l’Italia.

Dal primo derviamo la preparazione delle gaufres, tradizionalmente dolci, rivistandole in versione salata e tutta italiana, proponendo un impasto allegerito poichè senza burro e arricchito dal nostrano Parmigiano Reggiano invecchiato 36 mesi.

E a rinforzare il gusto (e l’appeal) italiano, una leggera torretta di insalata caprese di pomodoro, mozzarelline e basilico.

Con questa ricetta partecipo al Cross Cooking, la competizione culinaria della Parimigiano Reggiano Chef, che quest’anno prevede la reinterpretazione di un piatto internazionale utilizzando il Parmigiano Reggiano.

 

Gaufres Italian Style 3

 

GAUFRES SALATE ALL’ITALIANA


 Difficoltà: facile Tempo: 10 minuti + 10 minuti cottura Dosi: 6 persone


Ingredienti:

Per le gaufres al parmigiano reggiano: 200 gr semola rimacinata di grano duro, 50 gr parmigiano reggiano 36 mesi, 1 cucchiaino semi di finocchio, 1 cucchiaino di sale fino, 8 gr lievito in polvere per torte salate, 380 gr latte fresco, 2 uova grandi, 20 gr olio evo, 10 gr acqua.

Per completare: 32 bocconcini di mozzarella, 32 pomodorini ciliegini, basilico.

Preparazione:

Preparate le gaufres: tritate finemente il parmigiano reggiano e versatelo in una ciotola. Aggiungete la semola, i semi di finocchio, il sale e il lievito. Mescolate. Scaldate il latte e mescolatelo con l’acqua e l’olio. Sbattete le uova e miscelatele con il latte. Versate il composto liquido nella ciotola con la farina e mescolate bene con una frusta a mano.

Fate scaldare il ferro per le gaufres, versatevi un mestolo di impasto e fate cuocere su fiamma media per 3 minuti per lato. Formate così 8 gaufres. Rifilate i bordi pareggiandoli e tagliate ogni gaufre in 4 quadrati ottenendonoe così 32.

Lavate i pomodorini e tagliateli a metà, lavate e tamponate il basilico e componete il finger food formando una piccola “torretta caprese” di pomodoro e mozzarella su ogni quadrato di gaufre, completate con il basilico e servite.

 

Gaufres Italian Style 2

 

GAUFRES ITALIAN STYLE


 Level: Easy Time: 10 min. + 10 min. cooking Serving: 6 people


Ingredients:

Parmigiano reggiano gaufres: 200 gr durum wheat flour, 50 gr  Parmigiano Reggiano 36 months old, 1 teaspoon fennel seeds, 1 teaspoon salt, 8 g baking powder, 380 gr fresh milk, 2 big eggs, 20 gr extra virgin olive oil, 10 gr water.

To complete: 32 mozzarella balls, 32 cherry tomatoes, basil.

Method:

Prepare gaufres: finely chopped parmigiano reggiano and pour it into a bowl. Add flour, fennel seeds, salt and baking powder. Stir. Heat the milk and mix it with water and oil. Beat the eggs with the milk. Pour this mixture into the bowl with the flour and stir well with a hand whisk.

Heat the waffle iron, pour a ladle of mixture and cook over medium heat for 3 minutes per side. Forme in this way 8 gaufres. Cut each waffle in 4 getting 32 small squares.

Wash cherry tomatoes and cut them in half, wash basil and forme the finger food with 1gaufre square, half tomato, 1 mozzarella ball, half tomato and basil.

 

Gaufres Italian Style 4

 

 

Dolcetti al doppio cioccolato con mirtilli e cranberry

Dolcetti doppio cioccolato, mirtilli e cranberry

Capita a volte che una piccola buona notizia arrivi così, di punto in bianco, inaspettatamente, magari in un periodo un po’ difficile. E’ piccola, ma per te è bellissima e senti non solo il desiderio, ma proprio l’esigenza di fare festa, di ritagliarti un momento in cui dire grazie.

Capita però che questa arrivi in tarda serata, prendendoti alla sprovvista, con il frigoriero mezzo vuoto e poco tempo a disposizione. Ma tu vuoi proprio festeggiare. Sai che il cioccolato a casa tua è sempre un amico fidato che non ti lascia mai sola e allora pensi, ti guardi intorno e capisci che il riciclo è ciò che fa al caso tuo.

E là, sulla credenza, trovi 6 dei 12 muffins ai mirtilli e cacao che avevi prepararo qualche giorno prima e capisci che saranno loro la base perfetta da riutilizzare per il tuo scopo. Prendi una grande ciotola, li sminuzzi, li mescoli con qualche cucchiaio di confettura al cranberry, e li rigiri così…

DOLCETTI AL DOPPIO CIOCCOLATO

con mirtilli e cranberries senza burro e senza uova


Difficoltà: facile Tempo : 15 mimuti + 40 minuti riposo Dosi: 24 dolcetti


Ingredienti:

Per la base: 6 muffins ai mirtilli (se li volete preparare leggete più sotto in I miei consigli).

Per completare: fior di frutta al cranberry RdA, 150 gr cioccolato fondente 85%, 150 gr cioccolato finissimo al latte.

Stampo sushi roll Silikomart.

Preparazione:

Fate fondere a bagnomaria il cioccolato fondente e versatelo alla base di 24 stampini in silicone mignon. Mettete in frigorifero per 15 minuti ad indurire.

Fate fondere a bagnomaria anche il cioccolato al latte e tenetelo al caldo.

In una grande ciotola spezzettate i muffins e “sbriciolateli”, quindi mescolate con 2 cucchiai abbondanti di confettura in modo da ottenere un composto malleabile. Riprendete lo stampo in silicone, formate con il composto delle palline, mettetele negli stampini e pressate bene. Coprite con il cioccolato al latte e mettete in frigorifero per altri 20 minuti.

Ribaltate lo stampo e sformate i dolcetti con delicatezza, completate con un ciuffetto di confettura e conservate in frigorifero fino al momento di servire.

I miei consigli:

Se non avete muffins da riciclare potete prepararli così: accendete il forno a 180° C. Imburrate e infarinate (o rivestite di carta forno) 6 stampini da muffins o, visto il nostro scopo, un unico stampo tondo da 20 cm. Setacciate in una ciotola 100 gr di farina, 20 gr di cacao amaro, 60 gr di zucchero, 1 cucchiaino di lievito per dolci, unite un pizzico di sale e mescolate con un cucchiaio di legno. A parte in una tazza mescolate 130 gr di latte fresco e 30 gr olio di semi e versate il liquido nella ciotola mescolando velocemente. Aggiungete 120 gr di mirtilli, mescolate di nuovo e versate il composto negli stampi.  Fate cuocere per  25 minuti, sfornate e lasciate raffreddare completamente.

Se non avete i muffins e non volete/non avete tempo o modo di prepararli, potete usare come base anche un avanzo di pan di spagna, di plum cake, di torta morbida da colazione, di panettone, ecc… insomma riciclate! :D

 

Dolcetti doppio cioccolato, mirtilli e cranberry

 

DOUBLE CHOCOLATE BLUEBERRIES AND CRANBERRIES SWEETS

butter and egg free


Level: Easy Time: 15 min. + 40 min. resting Serving: 24 sweets


Ingredients:

For the base: 6 blueberries muffins (if you don’t have yet and you want to prepare them, read below in My advice).

To complete: cranberry jam RdA, 150 g dark chocolate 85%, 150 g milk chocolate.

sushi roll mold by Silikomart.

Method:

Melt dark chocolate in a double boiler and pour it at the base of 24 silicon mignon molds. Put in the fridge for 15 minutes to harden.

Melt milk chocolate in a double boiler and keep it warm.

In a large bowl chop muffins and “crumble” them, mix with 2 tablespoons of jam obtaining a malleable mixture. Take back the mold, form 24 small balls with the mixture, put them into molds and press them well. Cover with milk chocolate and refrigerate for 20 minutes.

Turn the mold gently and turn out sweets, complete with few jam and keep in the fridge until ready to serve.

My advice:

If you don’t have any muffin to recycle,  you can prepare them this way: preheat the oven at 180 ° C. Grease and flour (or lined with parchment paper) 6 muffins molds or, considering our purpose, one single round mold of 20 cm. Sift in a bowl 100 gr of flour, 20 gr of cocoa powder, 60 gr of sugar, 1 teaspoon of baking powder, a pinch of salt and stir with a wooden spoon. Separately in a bowl mix 130 gr of fresh milk and 30 g vegetable oil and pour into the bowl, stirring quickly. Add 120 gr of blueberries, stir again and pour the mixture into the molds. Cook for 25 minutes, the oven and let cool completely.

If you don’t have muffins and you don’t want/don’t have time to prepare them, you can use a surplus of sponge cake, plum cake, soft breakfast cake , panettone, as base. Let’s recycle!!! : D

 

Dolcetti doppio cioccolato, mirtilli e cranberry

 

Bicchiere croccante di amarene e pasta phyllo alle nocciole

Bicchiere croccante di amarene e phyllo alle nocciole

Settimana scorsa vi avevo detto che presto sarebbe arrivata qualche altra ricetta con le amarene e siccome mi hanno insegnato che le promesse vanno sempre mantenute… ecco un’idea: un dessert al cucchiaio leggero e fresco, che si diverte a giocare con il contrasto di consistenze: dapprima si incontra la croccantezza della pasta phyllo addolcita da uno zucchero speziato con zenzero e cannella, in cui sono letteralmente incastonate, come piccoli diamanti, nocciole tostate.  Subito dopo il cucchiaio affonda nella dolce morbidezza delle amarene avvolte dal loro succo per pedersi, in ultimo, in una base croccantissima di granella di nocciole che ci riporta subito al primo boccone.

La ricetta è talmente facile e rapida da preparare che, una volta finite le amarene, vi verrà voglia di prepararla con altra frutta a nocciolo (ad esempio pesche, susine, albicocche) o piccoli frutti (ribes, lamponi, more)… scommettiamo?

Bicchiere croccante di amarene e phyllo alle nocciole

 

BICCHIERI CROCCANTI DI AMARENE E NOCCIOLE


Difficoltà: facile Tempo: 20 minuti + 20 minuti cottura Dosi: 4 persone


 Ingredienti:
800 gr amarene, 3 fogli di pasta phyllo, 150 gr nocciole sgusciate Noberasco, 150 gr zucchero bianco, cannella, zenzero, 80 zucchero di canna, 20 gr burro di cacao (o burro normale).

Preparazione:
Lavate delicatamente le amarene, denocciolatele sopra un contenitore (in modo da non perderne il succo) quindi versate tutto in una pentola. Aggiungete lo zucchero, accendete la fiamma e cuocete per 10 minuti. Spegnete e lasciate raffreddare.
Accendete il forno a 190°C e fate tostare le nocciole per 5 minuti quindi tritatelele grossolanamente a coltello e tenetene da parte 50 grammi.
Mescolate lo zucchero con 1 cucchiaino di cannella e mezzo cucchiaino di zenzero.
Fate fondere il burro di cacao e fatelo tornare a temperatura ambiente.
Stendete un foglio di pasta phyllo su una leccarda rivestita di carta forno, spennellate con poco burro e cospargete con metà dello zucchero aromatizzato e delle nocciole. Coprite con un secondo foglio di phyllo, spennellate con il burro e cospargete con il rimanente zucchero e le restanti nocciole. Coprite con l’ultimo foglio, spennellate di burro e infornate per 18-20 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare quindi dividete a pezzetti irreggolari.
Dividete le nocciole rimaste sul fondo di 4 calici, coprite con le amarene e il loro sciroppo e tenete al fresco in frigorifero fino al momento di servire, quando completerete il dessert con la parte croccante di pasta phyllo.

 

Bicchiere croccante di amarene e phyllo alle nocciole

 

CRISPY DESSERT WITH BLACK CHERRIES AND HAZELNUTS


 Level: Easy Time: 20 min. + 20 min. cooking Serving: 4 people


Ingredients:
800 gr sour cherries, 3 sheets of phyllo pastry, 150g shelled hazelnuts Noberasco, 150g white sugar, cinnamon, ginger, 80 gr brown sugar , 20 gr cocoa butter (or normal butter).

Method:
Gently wash cherries, pit them directly on a pan (no to lose their juice), add sugar  and cook on low heat for 10 minutes. Turn off and let cool.
Preheat oven at 190 ° C and toast hazelnuts for 5 minutes then coarsely chop them with a knife and keep aside 50 grams.
Mix sugar with 1 teaspoon of cinnamon and half of ginger.
Melt the cocoa butter and let it return at room temperature.
Lay a sheet of phyllo pastry on a baking tray lined with parchment paper, brush with few butter and sprinkle with half sugar and  half hazelnuts. Cover with a second sheet of phyllo, brush with butter and sprinkle with the remaining sugar and the remaining hazelnuts. Cover with the last sheet, brush with butter and bake for 18-20 minutes. Remove from the oven and let cool, then divide into small irregular pieces .
Divide the remaining 50 gr of hazelnuts on the bottom of 4 glasses, cover with sour cherries and their syrup and keep cool in the refrigerator until ready to serve, when you’ll complete the dessert with the crunchy phyllo.

 

noberasco_bollo_blog_200x200

Sformato di bucatini

Sformato di bucatini

Polenta e latte: da buona lombarda la mia nonna materna mi ha sempre decantato la bontà di questo piatto povero, ma nutriente e gustoso. Accanto alla versione salata poi c’era anche quella dolce arricchita da burro e zucchero.

Polenta e formaggio: da altrettanto buon lombardo, mio papà ha sempre dato la sua preferenza a questo abbinamento, godurioso e filante. Ricordo che prendeva una cucchiaiata di polenta, la appiattiva con la forchetta, adagiava con cura fette di gorgonzola e richiudeva il ghiotto “pacchetto” con un secondo strato di polenta caldissima. Attendeva due minuti e poi affondava la forchetta che riemergeva ricolma di filanti leccornie!

La polenta croccante: il momento che più mi piaceva dei pranzi della domenica, quando si preparava la polenta, era il “rito” finale della preparazione della polenta croccante . Si prendeva il paiolo, lo si svuotava dalla polenta morbida e lo si metteva nuovamente sul fuoco, lo si faceva ruotare e poi si passava subito la parte esterna sotto l’acqua fredda. Il contatto tra la parete bollente del paiolo e l’acqua fredda faceva staccare una crosticina croccantissima di polenta che si gustava… a tradimento!

Sformato di bucatini

Per il contest delle Bloggalline in collaborazione con INformaCIBO e Cucina Italiana nel Mondo, ho voluto creare una mia personalissima versione di un piatto tanto legato alla mia regione e alla mia storia, la polenta. Rivisitando in un unico primo piatto il ricordo della polenta e latte, della polenta e formaggio e della polenta croccante e utilizzando una signora pasta del Cav. Giuseppe Cocco, è nato questo sformato di bucatini, con un cuore di cremoso gorgonzola dop, adagiato su un letto di crema di polenta e latte, completato da una fonduta leggera di gorgonzola e accompagnato da delle cialdine croccanti di polenta.

So che non tutti avete il paiolo, quindi per le cialde ho usato un metodo di preparazione “universale” :)

Per condividere insieme a voi un viaggio di sapori che, sono sicura, saprà conquistare voi come ha conquitato noi, rimanendo poi scolpito nella mente.

Sformato di bucatini

SFORMATO DI BUCATINI

alla fonduta di gorgonzola, con cialde croccanti, su crema di polenta e latte


 Difficoltà: media Tempo: 40 minuti + 2 ore cottura Dosi: 2 persone


Ingredienti:

Crema di polenta e latte: 250 ml latte fresco intero, 25 gr burro, 25 gr farina di mais, sale, pepe, noce moscata.

Sformatini: 100 gr di bucatini cav. Cocco, 80 gr gorgonzola dop dolce, olio evo.

Fonduta di gorgonzola: 120 gr gorgonzola dop piccante, 60 ml latte fresco intero.

Cialde croccanti: 100 gr farina di mais, 380 gr acqua, sale, pepe, 1 noce di burro.

Preparazione:

Iniziate a preparare le cialde croccanti: preparate la polenta versando nel paiolo (o in una pentola) l’acqua con un goccio di olio e 1 cucchiaino raso di sale. Quando è ben calda aggiungete a pioggia, mescolando con una frusta, la farina di mais. Fate cuocere la polenta  a fuoco basso mescolando molto spesso per circ 40 minuti. Pepate.

Accendete il forno a 190°. Stendete due fogli di carta forno sul piano da lavoro e imburrateli. Versate la polenta su un foglio, coprite con il secondo e appiattite bene con il mattarello in modo da ottenere una “sfoglia” sottile. Eliminate il foglio di copertura e infornate per circ 30 minuti fino a che si sarà asciugata diventando croccante. Fate raffreddare quindi dividete in cialdine irregolari.

Preparate la crema di polenta e latte: fate scaldare il latte. A parte, in una pentola, fate fondere il burro, unitevi la farina mescolando energicamente con una frusta a mano e versatevi a filo il latte caldo sempre mescolando per sciogliere eventuali grumi. Portate la pentola sul fuco, con fiamma bassa, e mescolando continuamente con la frusta, fate cuocere per crema per circa 5-8 minuti fino a che inizia ad addensare. Spegnete, salate, pepate e insaporite con abbondante noce moscata. Conservate al caldo.

Fate cuocere i bucatini in acqua bollente salata per 7 minuti, scolateli e usateli per foderare due stampini di alluminio da monoporzione oliati. Una volta “imbastita” la parete esterna di bucatini, riempite con qualche dadino di gorgonzola e altri bucatini. Chiudete la base degli sformatini con ancora un giro di pasta. Infornateli per 5 minuti.

Nel frattempo preparate la fonduta di gorgonzola facendo fondere a bagnomaria il formaggio insieme al latte.

Componete i piatti: versate sul fondo un mestolo a testa di crema di polenta e latte, rigiratevi al centro uno sformatino  e sfilatelo dallo stampino, irrorate con qualche cucchiaio di fonduta e completate con le ciadine di polenta croccanti. Servite!

Sformato di bucatini

 BUCATINI FLAN

with gorgonzola  fondue, crispy polenta and milk and polenta soft cream


 Level: medium Time: 40 minutes + 2 hours cooking Serving: 2 people


Ingredients:

Polenta and milk soft cream : 250 ml fresh milk, 25 g butter, 25 g corn flour, salt, pepper and nutmeg.

Flan: 100g bucatini cav. Cocco, 80 g sweet gorgonzola cheese, extra virgin olive oil.

Gorgonzola fondue: 120 gr spicy gorgonzola, 60 ml fresh milk.

Crispy polenta: 100 gr corn flour, 380 g water, salt, pepper, 1 tablespoon of butter.

Method:

Prepare crispy polenta: pour water in the copper cauldron (or in a pot) , add a tbs of  oil and 1 teaspoon of salt. When it’s hot, add corn flour, stirring with a whisk. Cook the polenta over low heat, stirring  for 40 minutes. Add salt and pepper.

Preheat oven at 190 °C. Roll out two sheets of parchment paper on the table and grease them. Pour polenta on the first sheet, cover with the second,  flatten with a rolling pin in order to get a thin layer. Remove the second sheet and bake for 30 minutes  getting a crispy and dried polenta. Let cool then divide in irregular pieces.

Prepare the polenta and milk soft cream: heat the milk. In a saucepan melt the butter, add the flour stirring vigorously with a whisk and pour slowly the hot milk, stirring constantly dissolving any lumps. Bring the pot on low heat and, stirring constantly with a whisk, cook for cream for about 5-8 minutes until it starts to thicken. Add salt, pepper and flavored with nutmeg. Keep warm.

Cook bucatini in boiling salted water for 7 minutes, drain them and use them to line two oiled aluminum individual molds. Fill with  some cubes of gorgonzola cheese and some bucatini. Close the basis of the flans with bucatini and bake for 5 minutes.

Meanwhile, prepare the fondue melting gorgonzola cheese in a double boiler with milk.

Compose dishes: pour on the bottom a ladle of polenta and milk soft cream, lay down the bucatini flan in the middle removing the mold directly on the plate, dress with some tablespoons of gorgonzola fondue and complete with crispy polenta.

 

Cialde di polenta croccante

 

 

Ghiaccioli

Ghiaccioli

Qui l’estate sta facendo ancora un po’ i capricci, un po’ viene e un po’ va e sembra proprio non si decida ad arrivare sul serio, ma…

… io sono molto paziente e sto qui fiduciosa nel ritorno di quel bel caldo che rimanga per tanti giorni di fila! Nell’attesa, mi preparo un’idea rinfrescante: dei ghiacciolini facilissimi e furbissimi!

In due varianti semplici ma sfiziose: da un lato il classico super classico (e per questo sempre gradevole) abbinamento menta e limone, che però nasconde a sorpresa dei piccoli “pois” di mela verde; dall’altro tè nero aromatizzato alla menta per ricordare proprio il tè nero alla menta che due anni fa, durante il mio viaggio in Tunisia, avevo preso l’abitudine di bere tutte le sere!

La caldazza quando arriva arriva… o era il Natale? ;-)

 

GHIACCIOLI

al Tè Nero e Menta / al Limone e Menta con pois di mela verde


 Difficoltà: facilissimo Tempo: 5 minuti + 1 ora raffreddamento + 1 ora riposo Dosi: 20 ghiacciolini


Ingredienti:

2 bustine di tè nero, acqua, 2 mele  granny smith, 1 limone, zucchero, sciroppo alla menta Fabbri, stampo per ghiaccioli Silikomart

Preparazione:

Preparate 1 lt di tè nero, a piacere zuccheratelo e fatelo raffreddare completamente.Aggiungetevi lo sciroppo alla menta (circa 6 cucchiai ma regolate secondo il vostro gusto) e mescolate.

Versate il preparato negli stampini di ghiaccioli, inserite lo stecchino e mettete a gelare in freezer per circa 1 ora.

Spremete il succo del limone, filtratelo e grattugiate la scorza. Mescolate tutto con 1 lt di acqua minerale e aggiungete lo sciroppo. Tagliate la mela verde a fette spesse e ritagliatevi i pois (io ho usato la base di un anello in acciaio per cannoncini, ma potete anche tagliare la mela a pezzettini).

Mettete 3 o 4 pois di mela in ogni stampino da ghiacciolo, versatevi lo sciroppo di menta e limone e congelate.

Sformate e rinfrescatevi!

 

Ghiaccioli

 

POPSICLES

black tea and mint / lemon and mint with green apple polka dot


Level: easy Time: 5 min. + 1 hour cooling + 1 hour rest Serving: 20 popsicles


Ingredients:

2 black tea bags, water, 2 green apples, 1 lemon, sugar, 6 mint syrup Fabbri, popsicles mold by Silikomart.

Method:

Prepare the tea with 1 lt of water, let it cool completely then add the mint syrup (6 tablespoons) and stir .

Pour the mixture into popsicle molds, insert a toothpick and place in the freezer for about 1 hour.

Mix lemon juice and lemon zeste with 1 liter of mineral water and add the syrup. Cut the apples into thick slices and cut out the polka dots (or cut in small pieces).

Put 3 or 4 apple dots in each mold, pour the lemon and mint syrup and frozen.

 

 

 

Pizza fatta in casa: La margherita con il cornicione ripieno

Margherita cornicione ripieno

Ma dico, nessuno mi dice niente?? E’ più di un mese che non pubblico una pizza e me la fate passare liscia? :)

Per fortuna che ogni tanto rinsavisco! :D

Ecco allora la pizza più classica che ci sia, la Margherita, resa ancora più speciale dal cornicione ripieno di ricotta: a Napoli me ne sono innamorata e, anche se la mia ovviamente non ha nulla a che vedere con quelle meravigliose pizze stratosferiche che ho mangiato là, a modo mio ho voluto almeno provare a ricreare quel gusto così buono e quella sensazione di felicità che ti invade il cuore già dal primo morso!

E comunque c’è poco da fare: dovevo nascere a Napoli! allora sì sarei stata una donna felice fino al midollo! :)

Cornicione ripieno

PIZZA FATTA IN CASA

La Margherita con il cornicione ripieno


Difficoltà: media Tempo: 20 minuti + 27 ore lievitazione + 25 minuti cottura Dosi: 2 pizze al piatto


Ingredienti:

Impasto: 200 gr farina Manitoba, 150 gr semola rimacinata di grano duro, 8 gr sale, 1 gr lievito di birra fresco, 210 gr acqua tiepida.

Condimento: 150 gr ricotta fresca, 300 gr mozzarella fior di latte (treccia) Caseificio Pugliese, 20 pomodori ciliegini, 150gr pomodori pelati bio, sale, pepe nero, origano, noce moscata.

Preparazione:

 Il giorno prima alle 17.00 preparate l’impasto: seguite le indicazioni che trovate QUI.

Il giorno successivo, alle 17.00 tirate fuori l’impasto dal frigorifero, mettete le due pagnotte sul piano infarinato, copritele con le ciotole e lasciatele lievitare per altre 3 ore a temperatura ambiente.

Mentre riposano preparate il condimento: tagliuzzate i pomodori pelati e fateli cuocere in padella per 10 minuti con 1 cucchiaino di sale, un pizzico di pepe e noce moscata (in questo modo io li trovo più digeribili. Se li doveste sentire acidi, potete aggiungere un pizzico di zucchero e una punta di bicarbonato). Spegnete e aggiungete un po’ di origano.

Tagliate a fette la mozzarella e a metà i pomodorini. Ammorbidite la ricotta con una frusta a mano per renderla cremosa, quindi salatela, papatela e trasferitela in un sac a poche.

Se usate il forno tradizionale: poco prima delle 20.00, accendete il forno e portatelo al massimo della temperatura (280° C).

Stendete le pagnottelle in un grande disco sottile, trasferitele su due fogli di carta forno e mettetele in due teglie. Formate con la ricotta un cordoncino spesso tutto intorno alla pizza lasciando un poco di spazio dal bordo. Ripiegate ora il bordo su se sesso e sigillate bene. Condite la pizza con i pelati, appoggiate la teglia sul fondo del forno e fate cuocere 10 minuti. Togliete la pizza dalla teglia e fate cuocere 1 minuto direttamente sul fondo del forno (in questo modo la cottura della base sarà perfetta). Rimettete la pizza sulla teglia, completate con la mozzarella e con i pomodorini, un pizzico di pepe e infornate ancora nella parte più alta del forno per 4 minuti. Sfornate e servite subito!

Se avete la pietra refrattaria o, come nel mio caso, un forno-pizza: mettete il condimento sulla pizza tutto insieme e fate cuocere per 4-5 minuti.

Margherita raw

HOME MADE PIZZA

Ricotta Cheese stuffed crust Margherita


Level: medium Time: 20 minutes + 27 hours rising + 25 minutes baking Serving: 2 persons


Ingredients:

Dough: 200 g flour (type Manitoba) , 150 gr durum wheat flour , 8 g salt, 1 g brewer’s yeast , 210 g lukewarm water.
Filling: 150 g fresh ricotta cheese, 300 gr mozzarella cheese Caseificio Pugliese, 20 cherry tomatoes, 150g peeled organic tomatoes,  salt, black pepper, oregano, nutmeg.

Method:

The day before at 5:00 pm prepare the dough following the instruction HERE

The next day, at 5.00 pm take out the dough from the refrigerator , put the two loaves on floured pastry board , cover with bowls and let rise for 3 hours more at room temperature.

Meanwhile prepare the filling: chop peeled tomatoes and cook for 10 minutes seasoning with salt, pepper, nutmeg and oregano. Cut mozzarella cheese in slices and cherry tomatoes in 2 parts. Soft ricotta cheese with a hand wisk making it creamy, then add salt,pepper and put it into a pastry bag.

If you bake your pizza in the oven : a little before 8:00 pm , turn on the oven and bring to the maximum temperature ( 280 ° C).

Roll out the loaves thin , transfer them on a sheet of parchment paper and place them on a baking tray. Fill the crust with ricotta cheese and close it. Season your pizza with tomatoes, place the pan on the bottom of the oven and bake 10 minutes . Remove the pizza from the pan and cook 1 minutes directly on the oven floor (so the cooking of the base will be perfect ).Put the pizza again on the baking tray, complete with mozzarella and tomatoes, a pinch of pepper and bake in the upper part of the oven for 4 minutes. Remove from the oven and serve immediately!

If you have a baking stone or, as in my case, a pizza – oven : Put the filling on the pizza all together and cook for 4-5 minutes.